02 novembre 2005

10 buoni motivi per andarsene

sto seriamente pensando di lasciare il Bel Paese
I primi dieci motivi sono:
1. non esistono più cose giuste o sbagliate: le cose sono di destra o di sinistra
2. chi dovrebbe amministrare per conto nostro amministra per conto suo
3. chi cerca di amministrare nell'interesse dell'intera comunità finisce presto isolato
4. tutto fa campagna elettorale
5. si fa un comitato contro qualunque cosa che (forse) crea un impatto sull'ambiente tranne i palazzinari
6. è da anni che stiamo viaggiando lungo una curva cieca che non si sa come finisce
7. non esiste un "sistema Italia": le cose vengono fatte da chi ha voglia e poi lasciate morire
8. le regole sono talmente disattese anche da chi dovrebbe farle rispettare che ormai non esistono più
9. il territorio non è un bene di tutti e tutti ne fanno ciò che vogliono
10. l'Italia è sempre più brutta

1 commento:

fabio ha detto...

ciao piso!come non essere d'accordo?
e' difficile pero' pensare di poter andare a stare meglio da straniero in terra straniera a meno che non si abbiano i titoli come te.

a presto
fabio